Riserva Dannunziana, Ricotta: "Gli interventi costeranno 250 mila euro"

L'assessore ai Parchi, Nicola Ricotta, al termine del sopralluogo avvenuto nella giornata di ieri all'interno della Riserva naturale dannunziana ha annunciato che gli interventi avranno un costo complessivo di 250mila euro

L'assessore ai Parchi, Nicola Ricotta, al termine del sopralluogo avvenuto nella giornata di ieri all'interno della Riserva naturale dannunziana, al quale hanno preso parte i tecnici agronomi, i responsabili dell’Istituto Fitopatologico della Regione Abruzzo e le unità operative del Corpo Forestale dello Stato, ha annunciato che, in base ai rilievi tecnici effettuati, gli interventi da mettere in atto per il ripristino delle opportune condizioni di sicurezza avranno un ammontare complessivo di 250mila euro.

Attraverso questo investimento si potrà provvedere alla rimozione delle piante cadute o dei rami spezzati sotto il peso della neve.

L'assessore Ricotta ha inoltre reso noto che nei prossimi giorni sarà sottoscritto un verbale di sopralluogo in cui si quantificherà anche il numero di piante su cui si dovrà intervenire, tutte debitamente segnate e identificate, e nel frattempo la Riserva dovrà restare inderogabilmente chiusa al pubblico, ferma restando la volontà di intervenire per lotti per una progressiva e graduale riapertura alla città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

''Fondamentalmente abbiamo previsto tre diversi livelli di interventi necessari: - ha spiegato l'assessore - la rimozione dei pini caduti a terra; la rimozione degli alberi che si sono adagiati sulle piante accanto, pur senza cadere a terra; la rimozione dei rami spezzati. Opere che, complessivamente, potrebbero attestare la spesa che il Comune dovrà sostenere in circa 250mila euro, anche perché la Riserva naturale è comunque antropizzata, urbanizzata, all’interno ci sono gazebo, panchine, impianti della pubblica illuminazione, e in molti casi dovremo intervenire anche per il ripristino di tali attrezzature dove risulteranno danneggiate''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento