Ricette false per avere metadone: arrestato un pescarese

I Carabinieri dei NAS hanno arrestato un tossicodipendente di 33 anni di Pescara, con l'accusa di aver falsificato alcune ricette mediche per ottenere del metadone. L'uomo aveva rubato un timbro dell'ospedale ed alcune ricette che poi aveva inviato al Sert

I Carabinieri dei NAS hanno arrestato un pescarese di 33 anni, tossicodipendente, con l'accusa di furto aggravato e falsificazione di documenti sanitari.

L'uomo, infatti, ha rubato un timbro dall'Ospedale di Pescara ed alcune ricette, che poi ha falsificato per cercare di ottenere del metadone, il farmaco utilizzato durante le terapie per disintossicarsi dagli stupefacenti.

Ad avere il sospetto di una possibile frode, è stato il Sert, al quale sono arrivate le ricette consegnate dall'uomo.

In apparenza le ricette sembravano autentiche, ma il fatto di aver richiesto un'ingente quantità di metadone per un paziente non deambulante, ha fatto scattare i sospetti e le conseguenti indagini dei NAS.

In effetti, i militari hanno accertato che nessun medico aveva prescritto quelle dosi e che il timbro utilizzato era stato rubato in ospedale.

Da qui la perquisizione in casa dell'uomo, e la scoperta che aveva a disposizione altre 15 ricette. Per lui è scattato l'arresto e la custodia presso il carcere di San Donato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lite tra famiglie per il pranzo all'Ikea, ferita bambina di 11 anni: tra i contendenti un pescarese

  • Incidente mortale autostrada A14, tratto chiuso verso Pescara

  • Morto Aldo Lavorato, storico titolare della pizzeria "Regina" di via Mazzini

  • Incidente a Penne, morta una donna sulla statale 81: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Tragico incidente a Penne: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna

  • Conto alla rovescia per il volo da Pescara verso la crociera Costa nei Caraibi

Torna su
IlPescara è in caricamento