Costrinsero minorenne a consegnare soldi e cellulare, arrestato un 23enne

Il giovane è accusato di aver preso parte, insieme ad altre due persone, a una rapina commessa la notte dello scorso 2 giugno, in viale Regina Margherita, ai danni di due minorenni che stavano rincasando quando furono minacciati con un coltellino

La Squadra Mobile ha arrestato un 23enne nato in Romania, ma da tempo residente in Italia, noto alle forze dell’ordine in virtù dei suoi numerosi precedenti.

Il giovane è accusato di aver preso parte, insieme ad altre due persone, a una rapina commessa la notte dello scorso 2 giugno, in viale Regina Margherita, ai danni di due minorenni che stavano rincasando nelle proprie abitazioni quando furono minacciati con un coltellino. Alla fine, il bottino fu di 25 euro e un telefonino cellulare.

Per quell’episodio lo scorso 22 giugno era finito ai domiciliari un 19enne, anch’egli romeno e da anni residente a Pescara. Le indagini non si sono fermate e gli investigatori sono riusciti a dare un nome anche al secondo rapinatore, nei confronti del quale il pm ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare in carcere, eseguita nella mattinata di ieri dai poliziotti, che hanno rintracciato il 23enne nella sua abitazione di Montesilvano. Proseguono gli accertamenti per individuare anche il terzo rapinatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane perde il controllo del suo furgone e muore, ecco come si chiamava

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento