Prostituzione e sfruttamento di ragazze nigeriane: catturata coppia di latitanti

La Squadra Mobile ha individuato in Germania ed arrestato la coppia di nigeriani ricercata nell'ambito dell'operazione condotta nel mese di marzo riguardante lo sfruttamento di alcune ragazze

E' stata rintracciata in Germania dalla Squadra Mobile di Pescara in collaborazione con l'Interpol ed il il Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine, la coppia di nigeriani ricercata nell'ambito dell'operazione condotta dalla Questura di Pescara riguardante una tratta di ragazze nigeriane sfruttate e costrette a prostituirsi lungo le strade cittadine.

Si tratta di John IYASE, classe 1983, e di sua moglie, Patience OKOEBOR, classe 1992 rintracciati a Grevenbroich in collaborazione con la Polizia tedesca. Saranno estradati nei prossimi giorni per essere interrogati dal Procuratore Distrettuale Antimafia a L'Aquila.

I due facevano parte di un'organizzazione complessa che muoveva centinaia di migliaia di euro al mese grazie alle ragazze fatte prostituire in strada. Fondamentale la testimonianza di una ragazza sfuggita ai suoi aguzzini, che attualmente è sotto protezione e che ha svelato i dettagli dell'organizzazione. Costretta a pagare 20 mila euro per arrivare in Italia dopo un lungo viaggio con la promessa di un lavoro onesto, è stata portata in strada per prostiuirsi sotto minaccia ed anche con riti voodoo.

L'organizzazione era estesa a tutta l'Italia ed aveva anche ramificazioni nel resto d'Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento