Prostituzione, la Cassazione dice stop alle multe per gli automobilisti

Niente multe agli automobilisti che accostano in strada per le prostitute. Lo ha stabilito la Cassazione accogliendo il ricorso di un uomo di Montesilvano che era stato sanzionato e condannato anche dal Tribunale di Pescara

Niente multe per gli automobilisti che si fermano davanti ad una prostituta in strada. Lo ha stabilito la Cassazione, che di fatto ha accolto il ricorso di un uomo di Montesilvano che si era rivolto al Tribunale di Pescara dopo essere stato multato con sanzione pari a 500 euro.

Il Tribunale aveva confermato la multa, comminata grazie alla nota ordinanza che vieta di "fermarsi con autoveicolo in prossimita' di esercente il meretricio sulla via pubblica" in vigore sia a Montesilvano che Pescara.

Il provvedimento è stato adottato da entrambi i primi cittadini per scoraggiare il fenomeno della prostituzione stradale. La Cassazione ha inviato nuovamente gli atti al giudice di pace di Pescara, che dovra' riesaminare il caso sulla base dei principi dettati dalla Corte Costituzionale.