Processo Bussi Bis, il 22 dicembre la sentenza

Sarà pronunciata molto probabilmente il prossimo 22 dicembre la sentenza relativa alla discarica di Bussi riguardante l'avvelenamento delle acque. Il Pm ha chiesto la derubricazione del reato da doloso a colposo

E' attesa per il 22 dicembre prossimo la sentenza relativa al processo "Bussi Bis" riguardante il presunto avvelenamento delle acque a causa della presenza della discarica di rifiuti tossici.

Il Pm Mantini intanto ha chiesto per i cinque imputati la derubricazione, in caso di colpevolezza, del reato da doloso a colposo, che farebbe di conseguenza scattare la prescrizione.

Gli imputati sono Giorgio D'Ambrosio, Bruno Catena, Bartolomeo Di Giovanni, Lorenzo Livello e Roberto Rongione. L'accusa per loro è di avvelenamento delle acque.

Oggi c'è stata la requisitoria della Procura seguita dalle prime arringhe degli avvocati della difesa.

Le parti civili invece ammesse al processo hanno richiesto agli imputati un risarcimento totale pari a 23,5 milioni di euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Incubo per tre parrucchiere pescaresi: squilibrato sull'Intercity le minaccia di morte

    • Cronaca

      Mutilato dalla motozappa: grave un 52enne di Popoli

    • Cronaca

      Droga ed irregolarità amministrative: chiuso dalla Polizia il club Qube

    • Economia

      Rottamazione cartelle esattoriali: ultimo giorno per l'infopoint a Piazza Salotto

    I più letti della settimana

    • Tragico incidente sull’A14, donna travolta e uccisa da due auto in transito

    • Droga ed irregolarità amministrative: chiuso dalla Polizia il club Qube

    • Rissa alla Conad di via Milano: arrestati due ladri

    • Droga per la Pescara bene, finisce in manette un noto pluripregiudicato

    • Spaccia droga per la Movida della "Pescara Bene": arrestato pluripregiudicato

    • Caos all’ospedale di Pescara: donna arrestata per rapina ed evasione

    Torna su
    IlPescara è in caricamento