Pescara, spaccio nelle case popolari: oltre 50 segnalazioni per la procedura di decadenza

I carabinieri di Pescara hanno fatto sapere che sono più di 50 le persone segnalate al Comune ed all'Ater sorprese a spacciare stupefacenti all'interno di alloggi popolari in città

Sono più di 50 gli occupanti di case popolari a Pescara sorpresi dai carabinieri a spacciare droga negli alloggi. Lo hanno fatto sapere i militari della compagnia pescarese, aggiungendo che già sono state inoltrate le segnalazioni al Comune ed all'Ater per l'avvio della procedura di decadenza.

La legge regionale n. 96/1996 all'articolo 34 infatti prevede la revoca dell'assegnazione dell'alloggio popolare qualora vengano sorpresi a compiere attività illecite e criminali all'interno degli appartamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Coronavirus, un paziente risulta positivo al test: primo caso in Abruzzo

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento