menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Pescara, sequestro da 500 mila euro a famiglia rom

La Guardia di Finanza di Pescara ha proceduto questa mattina al sequestro di beni per un valore di 500 mila euro di proprietà di una famiglia rom pescarese nota per essere coinvolta nel traffico di droga

Ancora un sequestro di beni a carico di una famiglia rom del pescarese.

Questa volta nel mirino della Guardia di Finanza è finita la famiglia Cirelli, nota per il traffico di stupefacenti nella zona.

Sequestrata una casa a Rancitelli, una Golf TDI, 2 libretti postali da 120 mila euro complessivi. Il sequestro è scattato grazie all'ordinanza del Tribunale che ha applicato la legge 321 ex art CPP in vista della confisca definitiva. Il valore complessivo ammonta a 500 mila euro.

Gli indagati, nullatenenti, non avevano mai presentato dichiarazione di reddito, dimostrando un tenore di vita sproporzionato con i beni posseduti.

La Guardia di Finanza pescarese sottolinea come questa attività si collochi nella strategia ad ampio raggio che prevede il recupero di beni e denaro ottenuti illecitamente da famiglie e nuclei criminali presenti sul territorio.

Potrebbe interessarti


Commenti (5)

  • Avatar anonimo di piero
    piero

    i rom sono nati da una goccia di sperma colata dal %censored% di una %censored%a... riaccendete i forni

  • Leggete bene la notizia, si parla di sequestro preventivo, non definitivo....c è il rischio che la nostra "giustizia", se cosi si vuol chiamarla, gli ridà tutto come già è successo a tanti altri......mah.....sono d accordo con i forni, e non la vedo difficile, solo questione di volontà, nostra, politica e sociale.................na bella ripulita.......

  • Avatar anonimo di Alexweb
    Alexweb

    Ai pigri bisogna togliere la terra da sotto i piedi ! Solo toccando i loro averi si possono ottenere dei risultati 1 !L'alternativa sarebbero i forni ma è una strada diffcile da praticare !

  • Avatar anonimo di Punto0
    Punto0

    Sono contento di questa confisca, anche se 500.000 Euro sono ancora troppo poche per punire e scoraggiare sti morti di fame larve della socieà. Ci vorrebbe uno sterminio di massa, allora sì che saremo tutti più contenti.

  • Avatar anonimo di antiromfinoallamorte
    antiromfinoallamorte

    POVERINI....e pensare che si alzano tutte lemattine per mettere da parte qualcosa per il futuro dei loro figli....

Più letti della settimana

Torna su