Pescara: sequestrata "casa del sesso" nel cuore di Porta Nuova

La Squadra Mobile al termine di una serie di indagini ha denunciato una donna dominicana che aveva trasformato un appartamento in via Tibullo in una vera e propria casa a luci rosse con donne e trans

Una vera e propria casa del sesso nel cuore di Porta Nuova, a due passi dallo Stadio in via Tibullo. Gli agenti della Squadra Mobile hanno sequestrato un appartamento e denunciato una donna dominicana per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Dopo un controllo avvenuto nel mese di agosto, gli agenti hanno scoperto che la donna aveva subaffittato la casa a due donne e ad un transessuale.

Nell'appartamento da mesi andava avanti l'attività di prostituzione, con il rinvenimento durante i controlli di preservativi, vibromassaggiatori e creme erotiche. La donna pretendeva dalle inquiline 350 euro a settimana a testa. Fondamentali anche alcune testimonianze che hanno confermato come il via vai di uomini fosse praticamente continuo, anche a tarda notte.

FALSE TURISTE FACEVANO LE PROSTITUTE

La donna, con precedenti specifici, ha avuto il divieto di dimora dalla provincia di Pescara mentre l'appartamento è stato sequestrato a titolo cautelativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Muore davanti alla moglie incinta ed alla figlia: dramma a Montesilvano

  • Cadavere di un uomo rinvenuto in un'automobile nell'area di risulta - FOTO -

Torna su
IlPescara è in caricamento