Pescara, obbliga donna a sesso orale durante un falso colloquio di lavoro: condannato

Un 66enne pescarese è stato condannato dal tribunale di Pescara a tre anni di reclusione con l'accusa di violenza sessuale. L'uomo avrebbe costretto una donna straniera a fare del sesso orale durante un falso colloquio di lavoro

E' stato condannato a tre anni di reclusione il 66enne pescarese accusato di aver costretto una donna straniera, nel marzo 2011, a fare del sesso orale durante un falso colloquio di lavoro.
S.L.C, infatti, avrebbe incontrato la donna che cercava un lavoro tramite il contatto di un amico, con il falso pretesto di illustrarle un'opportunità di impiego spacciandosi per il titolare di un ristorante.

Quando la donna si recò il giorno successivo dai carabinieri per la denuncia, venne contattata proprio dall'amico dell'uomo per convincerla a chiudere la vicenda con un "risarcimento" di 100 euro.

Anche alcune intercettazioni telefoniche e le ammissioni dell'amico hanno confermato il tentativo di corruzione.

Potrebbe interessarti

  • Kebab a Pescara: i kebbari migliori

  • Scutigera in casa: perché salvarla (e non ucciderla)?

  • È vero che il bicarbonato aiuta a dimagrire?

  • Pescara, topo appare all'improvviso in via Milano [FOTO]

I più letti della settimana

  • Pescara, trovato morto in casa dai genitori: dramma a San Silvestro

  • Tragedia ad Ortona: morti annegati due fratelli di Montesilvano - FOTO -

  • Niente Jova Beach Party a Pescara: arriva il no dello staff del cantante

  • San Valentino: muore per un malore durante il pranzo di Ferragosto

  • Precipitano con la moto dalla circonvallazione e fanno un volo di 6 metri

  • Pescara, gioco fra amici rischia di trasformarsi in tragedia: indagano i carabinieri

Torna su
IlPescara è in caricamento