Pescara, maxi sequestro di "pop socket" irregolari per cellulari: multe e denunce

La Guardia di Finanza di Pescara è intervenuta in diversi negozi di cittadini extracomunitari che proponevano il popolare accessorio per smartphone senza alcuna certificazione. Sanzionati anche alcuni grossisti

Maxi sequestro di "pop socket" da parte della Guardia di Finanza di Pescara che è intervenuta in diversi negozi di extracomunitari in città, sequestrando oltre 100 mila pezzi e denunciando per frode due commercianti. I pop socket sono dei popolari accessori per smartphone molto diffusi fra i giovani che consentono una migliore presa del telefono soprattutto per scattare selfie

MAXI SEQUESTRO DI MERCE CONTRAFFATTA

I finanzieri, durante i controlli a tappeto, hanno accertato che i prodotti erano privi di tutte le certificazioni di sicurezza e di tracciabilità del prodotto. Sono stati inoltre denunciati i grossisti in Campania e nel lazio con 6 persone segnalate e multe per oltre 150 mila euro.

I prodotti sequestrati avrebbero fruttato oltre 150 mila euro sul mercato. Le fiamme gialle pescaresi sono da sempre impegnate nel contrasto alla vendita di prodotti poco sicuri, oltre che alla lotta alla contraffazione che nuoce al commercio legale e sicuro e mette a rischio anche la salute dei clienti.

socket2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento