Pescara: Croce Rossa sfrattata dalla sede in via Avezzano, è polemica

L'associazione di volontariato ha ricevuto lo sfratto dall'ufficiale giudiziario il 5 aprile scorso, lasciando senza sede operativa i 400 volontari pescaresi che continuano ad operare in condizioni precarie

Niente sede per la Croce Rossa pescarese che il 5 aprile scorso ha ricevuto la prima visita dell'ufficiale giudiziario per intimare lo sfratto dall'attuale sede di via Avezzano all'interno del palazzo della Provincia. I circa 400 volontari che ogni giorno operano nei vari settori in cui lavora la Croce Rossa (dalle emergenze 118 all'assistenza a famiglie e persone indigenti), sono attualmente senza una sede operativa e lavorano in condizioni precarie.

Il prossimo 17 aprile, come spiega il Presidente della Sezione di Pescara Nieddu, l'ufficiale giudiziario dovrebbe tornare addirittura accompagnato dalle Forze dell'Ordine.

L’annosa questione ha, purtroppo, raggiunto una triste e talmente bassa fase di stallo a causa della incomprensibile chiusura del Presidente Di Marco a qualsiasi soluzione tale da poter consentire alla Croce Rossa di poter rimanere nei locali attualmente occupati e dai quali non è possibile sapere per quale motivo dovrebbe andar via.
É stato, dunque, inevitabile il coinvolgimento della politica locale con una lettera che, il Presidente Nieddu, ha inviato a tutti i consiglieri Provinciali e, per conoscenza, al Prefetto, al Sindaco ed al Governatore della Regione, Luciano D’Alfonso.
“Ho rivendicato”, afferma l’Avv. Nieddu, “la dignità della nostra meravigliosa Croce Rossa, degli straordinari volontari che la compongono e della cittadinanza che quotidianamente assistiamo”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nieddu ha inoltre comunicato al Presidente della Provincia Di Marco l'intenzione di saldare le morosità accumulate dalla precedente gestione della Croce Rossa Provinciale, annunciando di non voler mollare la presa su questa vicenda ed auspicando che i consiglieri provinciali possano far cambiare idea al Presidente di Marco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Recuperata auto rubata a Pescara dopo inseguimento su autostrada A14 con veicolo abbandonato in discesa

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Tragedia a Città Sant'Angelo, morta una bimba di 3 mesi e mezzo

  • Febbo rassicura il settore dei giochi e scommesse: "Dalla conferenza Regioni è arrivato l'ok alla riapertura"

  • Titolare ubriaco di un locale della movida finisce nei guai: insulta e minaccia i poliziotti durante i controlli

Torna su
IlPescara è in caricamento