Era stato segregato in casa dal figlio e picchiato, muore dopo 4 mesi di ricoveri

Non ce l'ha fatta, dopo numerosi ricoveri (l'ultimo a Bolognano), l'uomo di 67 anni che subì la furia del figlio 28enne in una casa di Tocco da Casauria

È morto l'altro ieri, martedì 11 giugno, a distanza di 4 mesi da quella giornata di follia quando il figlio lo segregò in casa picchiandolo.
Non ce l'ha fatta, dopo numerosi ricoveri (l'ultimo a Bolognano), l'uomo di 67 anni che subì la furia del figlio 28enne in una casa di Tocco da Casauria.

I fatti risalgono allo scorso 1 febbraio quando, dopo un litigio, l'uomo venne rinchiuso in casa dal figlio che lo minacciò di morte dopo averlo malmenato. dopo trattative di alcune ore, con negoziatori dei Carabinieri di un nucleo speciale arrivato da Roma, il giovane aveva desistito. 

Il pm della Procura di Pescara ha disposto l'autopsia sul corpo del 67enne (attualmente all'obitorio di Pescara a disposizione dell'autorità giudiziaria) che era stato ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Neurochirurgia dell'ospedale "Santo Spirito", in seguito era stato trasferito all'ospedale di Popoli e poi in un'altra struttura. Il 28enne, accusato di sequestro di persona, lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, era stato posto ai domiciliari in una struttura ospedaliera dove si trova anche adesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto, parla l'esperto: "Area ad alta pericolosità sismica"

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Terremoto oggi in Abruzzo, scossa avvertita anche a Pescara

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Che fine ha fatto la Tiziano? Le tante trasformazioni della storica motonave che compie 49 anni

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

Torna su
IlPescara è in caricamento