Salvatore Russo, il ricordo di uno degli amici: "Era una persona squisita"

Distrutti gli amici del 58enne foggiano accoltellato ieri mattina a morte in una palazzina di Pescara: "Lavorava per la famiglia". La testimonianza di un vicino di casa: "Liti frequenti con l'omicida". La vittima lascia 4 figli

Non si placa l'onda di commozione e dispiacere per il 58enne accoltellato a morte ieri mattina intorno alle 10 in una palazzina fra via del Circuito e via Pian delle Mele, nella zona collinare di Pescara e a poche centinaia di metri dall'ospedale civile.

La vittima si chiamava Salvatore Russo ed era originaria di Apricena, nel foggiano. Dopo essere stato colpito con più fendenti (forse 17) dal condomino reo confesso Roberto Mucciante, 51 anni, l'uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 ma era già deceduto.

Come ha riferito uno dei vicini di casa, le liti tra i due sarebbero andate avanti da tempo. Salvatore Russo era padre di quatto figli. Uno degli amici giunti sul posto lo descrive così:

"Era una persona squisita. Non mi era mai capitato di vederlo arrabbiato. Era un grande lavoratore. Portava avanti il suo lavoro per la famiglia. Una famiglia semplice".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, brutto incidente tra auto e moto sulla riviera nord [FOTO]

  • Rissa a colpi di bottiglie in un bar di viale Europa

  • Pescara, completamente ubriaca tampona un'altra auto e si dà alla fuga: beccata dalla polizia

  • Incidente stradale a Caprara, nuovo schianto sulla Provinciale 23 [FOTO]

  • Confiscato a Montesilvano un appartamento di lusso [FOTO]

  • La onlus "Family Life" scrive al Vaticano, Papa Francesco risponde

Torna su
IlPescara è in caricamento