Omicidio Alessandro Neri: trovate le chiavi della sua auto

Non erano state fatte sparire dal suo assassino ma si trovavano nella zona di Fosso Vallelunga dove il giovane di Spoltore è stato ucciso il 5 marzo. Dunque a parcheggiare l'auto in via Mazzini è stato Alessandro

Le indagini sull'omicidio di Alessandro Neri, il giovane 29enne di Spoltore freddato con due colpi di pistola il 5 marzo scorso e trovato senza vita l'8 marzo, fanno un importante passo avanti. I carabinieri, infatti, hanno ritrovato le chiavi dell'automobile del ragazzo. Si trovavano nelle sterpaglie a ridosso del luogo del ritrovamento del cadavere, a Fosso Vallelunga.

Un dettaglio importante che in parte aiuta a ricostruire quanto accaduto fra il 5 e l'8 marzo, ovvero dal momento della scomparsa di Alessandro fino al tragico ritrovamento. L'assassino non ha fatto sparire le chiavi, e dunque è stato il ragazzo stesso a parcheggiare l'auto in via Mazzini davanti alla pizzeria Maruzzella. Tramonta l'ipotesi dell'auto spostata dall'assassino/i e soprattutto è evidente che Alessandro si fidava dell'assassino o comunque della persona che lo ha condotto fino a Fosso Vallelunga dove purtroppo ha trovato la morte ucciso da due colpi di pistola.

VIDEO | NUOVO APPELLO DELLA MADRE DI ALESSANDRO

Neri è salito su un'auto che lo ha condotto fino in quella zona isolata. Fino ad ora le telecamere di sorveglianza della zona non avevano fornito elementi utili, ma gli investigatori non mollano la presa e continueranno a rianalizzare i pochi frammenti video a disposizione cercando, a questo punto, la figura del povero 29enne che dopo aver parcheggiato l'auto si è allontanato per raggiungere un destino crudele e drammatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento