Neve: gli autotrasportatori del Cna denunciano: "Scarsa assistenza"

Gli autotrasportatori del Cna denunciano scarsa assistenza da parte di Strada dei Parchi, in merito all'emergenza che ha colpito la notte scorsa l'A24 e l'A25 a causa della neve, bloccando centinaia di auto e camion. "Ai camionisti aiuti solo dalla Polstrada, assente la Strada dei Parchi"

"Bene ha fatto il prefetto dell’Aquila, Franco Gabrielli, a rivolgersi all’autorità giudiziaria per denunciare i disservizi gravissimi patiti in queste ore lungo le autostrade abruzzesi, da e per Roma, a causa del maltempo: con tanti trasportatori rimasti intrappolati per tutta la notte in balia del gelo e del più totale disservizio. Lo denuncia il presidente regionale della Fita-Cna, Giuseppe Catena, che annuncia pure, dopo l’odissea vissuta fino alle prime luci dell’alba, oltre che dai passeggeri di auto e pulmann, anche da decine e decine di camionisti lungo i chilometri delle autostrade che collegano l’Abruzzo con la Capitale, possibili, ulteriori azioni giudiziarie e tutela degli operatori del settore.

A questo proposito, lo stesso Catena svela la disavventura vissuta da un dipendente della sua azienda, che svolge un servizio express lungo la direttrice romana: «Dalle 18 di ieri pomeriggio è stato tutto un susseguirsi di informazioni confuse e contraddittorie sull’assetto della viabilità lungo le due autostrade. Un mezzo della mia azienda, arrivato a Fiano Romano per consegnare un conteiner, ha avuto intorno alla mezzanotte il permesso di ripartire, ma una volta arrivato all’altezza del casello di Vicovaro-Mandela è arrivato un primo stop. Dopo un’ora c’è stato un nuovo via libera, prima di un secondo stop definitivo all’altezza di Carsoli, dove il mezzo assieme ad altre decine è rimasto fermo fino alle 7,30 di questa mattina, ora in cui è stato possibile ripartire. Il tutto con il solo conforto della Polstrada e in assenza di qualsiasi intervento del personale della società di gestione dell’autostrada, la “Strada dei Parchi SpA”». «Avessimo avuto notizie precise – aggiunge il presidente dei trasportatori della Cna abruzzese – avremmo fatto sostare il nostro mezzo per tutta la notte nell’area romana, invece di esporre il nostro dipendente a un viaggio avventuroso e massacrante in una specie di terra di nessuno».

Già nello scorso mese di gennaio, intervenendo sull’aumento delle tariffe praticate dalla società di gestione delle due arterie, la Cna aveva denunciato insieme all’aumento dei pedaggi, anche la scarsità di servizi lungo A24 e A25: in particolare, la penuria di aree di sosta e di servizio, rispetto ad altri tratti della rete italiana. A detta della Cna, occorre infine verificare se tutte le condizioni contenute nella concessione dell’Anas alla società concessionaria siano state rispettate."
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Tragedia a Rosciano, tenta di rientrare in casa da una finestra e cade: morto un uomo

Torna su
IlPescara è in caricamento