Montesilvano, bilancio non approvato: la Prefettura diffida il nuovo consiglio comunale

Il caso è stato sollevato dai consiglieri comunali del M5S che sottolineano come il rendiconto di gestione dell'amministrazione Maragno non sia mai stato approvato. Ora ci sono solo 20 giorni

Rendiconto di gestione del 2018 mai approvato dall'amministrazione Maragno, e consiglio comunale diffidato dalla Prefettura che ha dato 20 giorni di tempo per l'approvazione del documento, pena il commissariamento dell'ente e lo scioglimento del consiglio comunale.

Il caso è stato sollevato dai consiglieri comunali di Montesilvano del M5S fra cui il candidato sindaco e consiglieri Panichella, che evidenzia come assieme alla nomina i consiglieri abbiano ricevuto la diffida della Prefettura per un bilancio per il quale, secondo i pentastellati, non c'è traccia:

Intanto ci sfuggono i motivi, e sarebbe interessante approfondirli, per il quale il bilancio dell’anno precedente non è stato approvato, nonostante il Prefetto abbia già sollecitato il Comune ad aprile 2019. Tuttavia se questo è il modo di fare, cominciamo bene. Un rendiconto di gestione finanziaria necessita di approfondimenti, di valutazioni e di riflessioni approfondite, per questo è previsto che i Consiglieri ne entrino in possesso almeno 20 giorni prima della sua discussione in aula per l’approvazione.

L’Amministrazione avrebbe dovuto consegnarci l’intera documentazione in modo da poterla esaminare e studiare con calma così da poter deliberare, liberamente e consapevolmente. Invece ad oggi non abbiamo ricevuto niente. Se non il semplice invito a visionare lo schema presso gli uffici che hanno predisposto l’atto. Tra visione e studio critico c’è un abisso. Noi non siamo abituati a votare sì o no semplicemente perché qualcuno ci dice di farlo. Noi vogliamo studiare le carte!

Panichella sottolinea come già in passato, in situazioni simili, il Tar abbia annullato le delibere per violazioni nei tempi imposti dalla legge considerando che il primo consiglio dev'essere convocato entro il 17 giugno e successivamente occorrono altri 10 giorni per fissare la prima seduta utile per l'approvazione, arrivando al 27 giugno:

Non ci sono assolutamente i termini per portare la questione bilancio 2018 all’ordine del giorno nella prima seduta, in cui peraltro ci sarà già molta carne al fuoco. Se così fosse noi intendiamo assolutamente escludere ogni forma di acquiescenza. Adotteremo tutti i provvedimenti del caso per tutelare il rispetto della legge

Potrebbe interessarti

  • Vacanze in vista? Come richiedere il passaporto e dove rinnovarlo

  • Problema formiche? Ecco come allontanarle con rimedi naturali

  • Pancia gonfia? I migliori rimedi per combatterla

  • 5 sport da spiaggia da provare questa estate a Pescara

I più letti della settimana

  • Pescara, pericoloso inseguimento sull'asse attrezzato: auto speronata dalla polizia - FOTO -

  • Donna con carrozzino si perde e finisce insieme al figlio sull'asse attrezzato

  • Pescara, bimba di un anno presa a calci e schiaffi lungo la riviera

  • Ritrovate parti del corpo di una persona a Caramanico, vigili del fuoco e carabinieri sul posto

  • Schianto tra moto e furgoncino sulla Tiburtina Valeria, muore centauro

  • Armati di mitra rapinano tabaccheria: ferita al volto la titolare - FOTO -

Torna su
IlPescara è in caricamento