Montesilvano viaggia controcorrente nella giornata più luttuosa dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus

I dati di ieri sono in controtendenza rispetto a quelli nazionali. Nessun decesso e cinque persone dimesse, anche se è aumentato il numero delle persone contagiate. Molti i casi di intervento straordinario

L'ultimo bollettino della Regione Abruzzo relativo alla città di Montesilvano è aggiornato alla serata di ieri, 26 marzo.
Sono 71 i casi di cittadini che hanno contratto l'epidemia da Covid-19.

Di questi, ben 53 i ricoverati in ospedale. Cinque persone hanno avuto il foglio di dimissioni e sono quindi tornate a casa, mentre altre 16 sono risultate positive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessuna vittima, per fortuna, con il dato che si è assestato a quota 19 decessi. In una giornata apparentemente tranquilla, c'è stato invece il gran lavoro dei volontari al servizio del Centro Operativo Comunale per la consegna di medicine e spesa a domicilio. Un'anziana, positiva alla prova tampone e dunque in quarantena, è stata soccorsa dai vigili del fuoco per un guasto all'impianto di riscaldamento. Il 118 invece, ha provveduto a trasportare all'istituto "Maria Ausiliatrice" due fratelli disabili rimasti soli dopo la morte della sorella avvenuta due giorni fa. La lieta novella è la nascita di un bambino in ottime condizioni di salute, nato dalla mamma affetta da Coronavirus.
Il prossimo 4 aprile riaprirà il distretto sanitario di corso Umberto I dopo la sanificazione avvenuta recentemente. Il sindaco De Martinis si dimostra accondiscendente con le famiglie che hanno al loro interno soggetti autistici o con patologie psichiatriche, dando loro il benestare per una maggiore elasticità delle misure restrittive, consentendo di poter uscire per una breve passeggiata, soltanto se accompagnati e muniti di autocertificazione e certificato di 104. L'ultima nota riguarda la polizia locale che stavolta non ha rilevato comportamenti da sanzionare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

  • Focolaio di contagi da Coronavirus in una rsa di Montesilvano: scatta l'inchiesta della procura

Torna su
IlPescara è in caricamento