Montesilvano: truffano due prostitute romene, denunciati

Due persone sono state denunciate dai Carabinieri per truffa. Hanno infatti affittato a due prostitute romene un appartamento a Montesilvano di proprietà di una terza persona

Due persone, un uomo di 72 anni di Montesilvano ed un 22enne di Spoltore, sono state denunciate dai Carabinieri per truffa.

I due, zio e nipote, infatti, hanno raggirato due prostitute romene affittando loro un appartamento in via Lago di Bomba, che in realtà era di proprietà di una terza persona, all'oscuro dell'intero affare.

Il settantaduenne infatti aveva a disposizione le chiavi di quell'appartamento in quanto il proprietario viveva fuori dall'Abruzzo e gli aveva chiesto di tenerle in caso di necessità.

L'uomo, quindi, ha pensato bene di affittarlo alle due prostitute, chiedendo una caparra di 600 euro che le ragazze gli hanno regolarmente pagato.

La presenza delle due lucciole, però, è stata notata dai residenti del quartiere, che hanno contattato il proprietario, il quale si è rivolto ai Carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta sul posto, i militari hanno spiegato l'accaduto alle ragazze, che hanno sporto denuncia non solo per truffa, ma anche per violenza sessuale nei confronti dello zio, che le avrebbe ripetutamente palpeggiate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

  • Coronavirus, la Asl di Pescara lancia un appello per il plasma iperimmune: "Servono donatori"

Torna su
IlPescara è in caricamento