Minaccia controlli e si fa consegnare alimenti e bevande gratis a Montesilvano: rinviato a giudizio un carabiniere

Il gup del tribunale di Pescara ha rinviato a giudizio un militare che in diverse occasioni si è recato in due attività commerciali minacciando controlli in cambio di alimenti e bevande

Minacciava attività commerciali di Montesilvano di possibili controlli, in cambio di alimenti e bevande gratis. Per questo, un appuntato dei carabinieri è stato rinviato a giudizio con l'accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità. L'uomo, infatti, si è presentato in più occasioni nelle attività con l'uniforme durante l'orario di servizio per ritirare la merce.

Dovrà infatti rispondere anche di peculato, in quanto ha utilizzato il mezzo di servizio durante l'orario di lavoro per ritirare i prodotti e lasciarli nella propria abitazione. A processo anche il titolare di un ristorante, in quanto la legge punisce anche un privato che dà o promette danaro o altra utilità" mentre la posizione di un altro ristoratore è stata stralciata con 9 mesi di messa in prova. Entrambi erano soggetti alle richieste del carabiniere. La prima udienza si terrà il prossimo 21 aprile a Pescara, davanti al tribunale collegiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Muore davanti alla moglie incinta ed alla figlia: dramma a Montesilvano

  • Cadavere di un uomo rinvenuto in un'automobile nell'area di risulta - FOTO -

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Pescara dà l'ultimo saluto alla storica edicolante del centro Mirella Mattioli

  • Rissa in via Verrotti a Montesilvano, intervengono forze dell'ordine e ambulanza

Torna su
IlPescara è in caricamento