Montesilvano: chiedono soldi a prostitute per proteggerle, fermati

I Carabinieri di Montesilvano hanno fermato due senegalesi accusati di aver chiesto ad alcune prostitute romene che lavorano sul lungomare di pagare loro il pizzo per essere protette durante la notte

I Carabinieri di Montesilvano hanno fermato due senegalesi accusati di aver chiesto ad alcune prostitute romene che lavorano sul lungomare di pagare loro il pizzo per essere protette durante la notte.

L'accusa è tentata rapina e concorso in estorsione. Uno dei due, un 26enne è stato fermato mentre si era appartato con una delle ragazze. All'arrivo dei militari, la romena ha riferito di aver ricevuto assieme ad altre ragazze la richiesta di 10 euro al giorno per essere protettat durante l'attività di meretricio.

La stessa notte è stato fermato anche il complice, un senegalese di 18 anni, che ha minacciato una prostituta 34enne chiedendo il pizzo. Quando le ragazze si rifiutavano di pagare, venivano rapinate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara, brutto incidente tra auto e moto sulla riviera nord [FOTO]

  • Rissa a colpi di bottiglie in un bar di viale Europa

  • Pescara, completamente ubriaca tampona un'altra auto e si dà alla fuga: beccata dalla polizia

  • Incidente stradale a Caprara, nuovo schianto sulla Provinciale 23 [FOTO]

  • Confiscato a Montesilvano un appartamento di lusso [FOTO]

  • Paura a San Valentino: uomo punto da un calabrone finisce in shock anafilattico

Torna su
IlPescara è in caricamento