Montesilvano: chiedono soldi a prostitute per proteggerle, fermati

I Carabinieri di Montesilvano hanno fermato due senegalesi accusati di aver chiesto ad alcune prostitute romene che lavorano sul lungomare di pagare loro il pizzo per essere protette durante la notte

I Carabinieri di Montesilvano hanno fermato due senegalesi accusati di aver chiesto ad alcune prostitute romene che lavorano sul lungomare di pagare loro il pizzo per essere protette durante la notte.

L'accusa è tentata rapina e concorso in estorsione. Uno dei due, un 26enne è stato fermato mentre si era appartato con una delle ragazze. All'arrivo dei militari, la romena ha riferito di aver ricevuto assieme ad altre ragazze la richiesta di 10 euro al giorno per essere protettat durante l'attività di meretricio.

La stessa notte è stato fermato anche il complice, un senegalese di 18 anni, che ha minacciato una prostituta 34enne chiedendo il pizzo. Quando le ragazze si rifiutavano di pagare, venivano rapinate.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, mercatino di via Strasburgo completamente distrutto dal vento [FOTO]

  • Punture di medusa? Ecco cosa fare immediatamente

  • Carta di identità elettronica a Pescara: come richiederla o rinnovarla

I più letti della settimana

  • Uomo morto dopo un'aggressione in strada a Pescara [FOTO]

  • Forte grandinata a Pescara, numerosi danni e feriti: rotti anche i vetri del Comune [FOTO-VIDEO]

  • Emessa una nuova allerta meteo della Protezione Civile, ancora rischio grandine

  • Bombardamento di grandine a Pescara, quasi 20 feriti in ospedale [FOTO-VIDEO]

  • Danni da grandine e maltempo, ecco come presentare la documentazione per il risarcimento

  • Rimborso per danni da grandine e maltempo, ecco come fare richiesta a Pescara

Torna su
IlPescara è in caricamento