Montesilvano, il caso del carrozziere che scrive "Chiuso per estorsione"

Da qualche giorno un carrozziere di Montesilvano, in via Vestina, ha scritto sulla saracinesca della propria attività "Chiuso per estorsione". Qualcuno però l'ha cancellata

Aveva scritto in modo provocatorio, sulla saracinesca della sua autocarrozzeria, "chiuso per estorsione". Protagonista della vicenda un carrozziere di Montesilvano, in via Vestina.

Qualcuno, però, durante la notte ha cancellato la scritta ma l'uomo non si è dato per vinto, e così ha deciso di scrivere nuovamente la frase su un'altra saracinesca, ma anche in questo caso qualcuno, durante la notte, ha cancellato la parola "estorsione".

L'uomo, che gestisce l'attività assieme alla moglie, ha rilevato la struttura da poco tempo. Due le denunce presentate. A quanto pare ci sarebbero dei contrasti proprio fra la coppia e i vecchi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

  • Pescara, allerta meteo per il 12 novembre: le previsioni

  • Incidente in via Tirino, scontro tra ambulanza e auto della polizia municipale - FOTO -

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

Torna su
IlPescara è in caricamento