Banchetto di raccolta firme a Montesilvano per il reddito di maternità

La mobilitazione popolare ha già condotto il movimento politico a raccogliere oltre trentamila firme da presentare alle Camere con la relativa proposta di legge

Il Popolo della Famiglia, guidato dal presidente e fondatore Mario Adinolfi, continua nella sottoscrizione popolare per proporre al Governo l'introduzione del reddito di maternità.
In caso di approvazione in Parlamento, tutte le donne che al momento della nascita di un figlio non abbiano altri redditi e intendano dedicarsi in via esclusiva alla crescita e alla cura della prole, riceveranno un contributo esentasse di mille euro al mese per i primi otto anni di vita del nascituro, rinnovabili in caso di nascita del secondo figlio e trasformato in vitalizio se i figli sono almeno quattro o uno di essi è disabile.
Il banchetto per la raccolta delle firme verrà allestito domani, sabato 16 marzo, al mercato di Montesilvano.

«Le norme ci consentono di proseguire la raccolta fino al 27 maggio», spiega Adinolfi, «sei mesi dopo il deposito in Cassazione, ma visto l’entusiasmo dei cittadini che hanno affollato i nostri banchetti, toccheremo il traguardo necessario con due mesi di anticipo. La denatalità è la prima tragedia nazionale, e visto che finora i Governi non hanno fatto nulla per combatterla, vuol dire che la spinta arriverà dal popolo». Finora sono state raccolte più di trentamila firme su scala nazionale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Comunali pescara 2019

    Elezioni Pescara: si vota per le europee e per il nuovo sindaco - DIRETTA -

  • Calcio a 5

    L'AcquaeSapone vince la prima finale al Palaroma, Pesaro battuto 7-2

  • Economia

    Aperto il mercato etnico della stazione, via alle vendite [FOTO]

  • Teatro

    'Funambolika' a Pescara dal 22 giugno al 5 luglio, il programma completo

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pescara, uomo precipita dal quarto piano [FOTO]

  • Incendio a Villa Serena, morti due pazienti

  • Il ministro della Difesa, Trenta, a Pescara: "Prefetto dichiari stato di emergenza, militari in strada"

  • «Ho subìto un agguato a Pescara dall'aggressore mostrato da "Chi l'ha visto"», il racconto di una ragazza

  • Incendio a Villa Serena: i due pazienti sono morti carbonizzati

  • Allarme bomba, vigili del fuoco e carabinieri in azione a Marina di Città Sant'Angelo [FOTO-VIDEO]

Torna su
IlPescara è in caricamento