Montesilvano: tre arresti per lesioni ed estorsione ai danni di un ristoratore

Per mesi tre rom hanno mangiato in un ristorante paninoteca di Montesilvano accumulando un debito di 300 euro, e quando il ristoratore ha chiesto un anticipo lo hanno minacciato e picchiato

Hanno mangiato panini e cibo per mesi, senza mai pagare il conto arrivando ad avere un debito di 300 euro. Quando il 27 settembre scorso due rom pregiudicati sono tornati nell'attività ed hanno chiesto per l'ennesima volta di segnare sul conto, la moglie del titolare del ristorante paninoteca ha chiesto di ricevere almeno 40 euro.

I due si sono rifiutati di pagare e sono andati via, ma poco dopo sono tornati nell'attività con altri parenti, minacciando i titolare ed accusandolo addirittura di razzismo. L'uomo ha spiegato che non c'entrava nulla la loro etnia ma semplicemente voleva essere pagato per le consumazioni, ma uno di loro: R.S, lo ha colpito con un pugno al volto. Gli altri poi hanno aggredito il figlio del titolare intervenuto per difendere l'uomo.

In manette sono finiti R.S, 30 anni, G.S. e A.S. Coinvolto anche un minorenne di 16 anni, parente del terzetto.

Quando sul posto sono arrivati i carabinieri, il gruppetto si è dato alla fuga perdendo però due cellulari. Grazie proprio ai telefoni ed alle testimonianze, i responsabili sono stati identificati ed arrestati. Il ristoratore ha avuto una prognosi di 10 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

  • Pescara, allerta meteo per il 12 novembre: le previsioni

  • Incidente in via Tirino, scontro tra ambulanza e auto della polizia municipale - FOTO -

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

Torna su
IlPescara è in caricamento