Bimbo morto al lunapark: condannato consigliere comunale

Una condanna pesante per l'ex dirigente comunale e consigliere di Montesilvano Leo Brocchi. Due anni di reclusione per la tragica morte del bambino di 13 anni, Domenico Simplicio, avvenuta nel 2006 in un lunapark. Due anni anche per il gestore

Nel mese di agosto del 2006, un ragazzino di tredici anni, Domenico Simplicio, morì tragicamente a Montesilvano all'interno di un luna park, folgorato da una scarica elettrica.

A due anni e mezzo di distanza, arriva la dura sentenza del Tribunale di Pescara che condanna non solo il gestore del luna park, Luigi Valerio, a due anni di reclusione, ma anche l'ex dirigente comunale e consigliere Leo Brocchi.

Secondo il giudice Guido Campli, infatti, l'uomo sarebbe corresponsabile della morte del ragazzino in quanto firmò l'autorizzazione alla giostra.

Due anni anche per Brocchi, una pena aumentata notevolmente rispetto alle richieste del Pm Pompa che invece aveva chiesto per il dirigente sei mesi.

Assolto invece Alberto Piccinini, mentre Sinibaldo Lazzari ha patteggiato un anno di carcere, e Paolo Gioisaffatto invece è stato rinviato a giudizio.

Brocchi ha annunciato di voler ricorrere in appello ed impugnare la sentenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come allontanare le cimici da casa ed evitare un’invasione

  • Funerali Astrid Petrella a Montesilvano, in centinaia per l'addio alla giovane donna e mamma

  • Incidente sull'asse attrezzato, carambola tra 3 veicoli: un ferito [FOTO]

  • Blitz delle forze dell'ordine in contrada Giardino a Montesilvano Colle [FOTO]

  • Uomo ritrovato morto in casa a Montesilvano

  • Rissa a colpi di bottiglie in un bar di viale Europa

Torna su
IlPescara è in caricamento