Montesilvano: blitz nelle case a luci rosse dei trans, sequestrati due appartamenti

Blitz antiprostituzione da parte della Squadra Mobile di Pescara che ha denunciato un 31enne colombiano che gestiva un fiorente giro di transessuali suoi connazionali in due appartamenti del lungomare

Blitz antiprostituzione della Squadra Mobile di Pescara che ha sequestrato due appartamenti a Montesilvano ed indagato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione un 31enne colombiano M.G.I.W. L'operazione nasce a seguito di una denuncia in cui si indicava l'uomo, transessuale, come punto di riferimento per un giro di prostituzione di transessuali suoi connazionali in due appartamenti che aveva preso in affitto in via Venezia Giulia e via Lucania.

CENTRI MASSAGGI A LUCI ROSSE, ARRESTI E SEQUESTRI

Il transessuale subaffittava gli appartamenti chiedendo in nero 350 euro a settimana diventati delle vere e proprie case a luci rosse dove a qualsiasi ora del giorno e della notte i transessuali ricevevano i clienti, come testimoniano gli oggetti rinvenuti durante il blitz ovvero vibratori, creme lubrificanti e profilattici. Il 31enne si occupava anche di aiutare i connazionali ad avere i documenti necessari per entrare in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento