Si masturba sotto l'ombrellone, giovane denunciato per atti osceni

Il titolare de "Il Nuovo Tramonto" Marco Schiavone ha chiesto l'intervento di un poliziotto libero dal servizio, William Caprarese, e un carabiniere in pensione, Francesco Campagna, riuscendo a bloccarlo in attesa dell'arrivo di una pattuglia

È stato sorpreso mentre si masturbava sotto l'ombrellone e denunciato dalla squadra volante di Pescara per atti osceni. Protagonista dell'episodio è un giovane che ieri (7 luglio), intorno all'ora di pranzo, si stava toccando a poca distanza dagli altri bagnanti nel lido "Il Nuovo Tramonto". 

Il titolare Marco Schiavone, allertato dal fatto che l'uomo non fosse nuovo a simili comportamenti, ha chiesto l'intervento di un poliziotto libero dal servizio, William Caprarese, e di un carabiniere in pensione, Francesco Campagna, riuscendo a bloccare il giovane in attesa dell'arrivo di una pattuglia di agenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto appurato, il soggetto avrebbe messo in atto questi gesti anche in altri stabilimenti del lungomare cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I gilet arancioni manifestano a Pescara: “Cacciare Conte, sì a un nuovo parlamento”

  • Tragedia a Città Sant'Angelo, morta una bimba di 3 mesi e mezzo

  • Violenta rissa in via Rimini a Montesilvano con una ventina di persone coinvolte, 2 feriti [FOTO]

  • Sequestrate 10 auto nel parcheggio interno dell'aeroporto: l'assicurazione era scaduta

  • Titolare ubriaco di un locale della movida finisce nei guai: insulta e minaccia i poliziotti durante i controlli

  • Coronavirus Abruzzo: un solo nuovo caso, raddoppiano i pazienti in terapia intensiva

Torna su
IlPescara è in caricamento