Luca Abete, dai microfoni di 'Striscia la Notizia' alla cattedra del Liceo Galilei

Giovedì 7 aprile l'inviato del noto tg satirico di Canale 5 incontrerà gli studenti di via Vespucci nell'ambito del progetto #NonCiFermaNessuno. Partendo dalla sua esperienza personale, dialogherà con i liceali

Sogni e speranze spesso si infrangono nello scontro annichilente con delusioni e messaggi negativi. Ma… #Noncifermanessuno. Con questo slogan il guru dell’ottimismo, Luca Abete, approdera' giovedì 7 aprile nell’aula magna di via Vespucci tra i ragazzi del Liceo scientifico Galileo Galilei.

L’inviato del tg satirico di Canale 5 'Striscia la notizia', infatti, ha imbastito da qualche anno un progetto davvero ambizioso, ma altrettanto costruttivo, rivolto agli studenti, il vero carburante per la crescita del Paese: avvolgere le nuove generazioni di ottimismo, iniettare nelle loro vene il coraggio di andare avanti senza perdere di vista i propri obiettivi, stimolarli a essere costruttori del proprio futuro, strizzando l’occhio alla solidarietà.

Partendo dalla sua esperienza personale, dialogherà con i liceali, darà loro utili consigli per affrontare la vita con ottimismo e non arrendersi davanti alle difficoltà. Il tutto tra video, selfie, raccolta di testimonianze, autografi finali e domande di rito da parte dei ragazzi.

“Siamo davvero entusiasti – dichiara il Dirigente scolastico del liceo Galilei, Carlo Cappello – di accogliere questa iniziativa. I giovani di oggi devono poter continuare ad alimentare i loro sogni. Non possiamo permettere, come genitori e come formatori, che i ragazzi siano scettici, disillusi e investiti da quanto di negativo rischiano di trovarsi davanti quotidianamente. Come scuola agiamo affinché i giovani possano avere messaggi positivi, possano costruire la loro autostima e la voglia di essere protagonisti delle loro vite. Per questo l’intervento di un beniamino televisivo può corroborare e galvanizzare notevolmente il nostro lavoro. Siamo davvero grati a Luca Abete”.

Il progetto, dopo il successo della scorsa edizione (15 tappe e più di 10mila studenti coinvolti), sta attraversando l’Italia, visitando università e scuole e soprattutto ha già superato i numeri dello scorso anno. Attraverso la creazione di una community virtuale, una divertente app e una serie di appuntamenti all’interno delle università e delle scuole, verrà alimentata la più grande comunità italiana di "donatori di entusiasmo", che quest’anno avrà anche una speciale finalità benefica.

Infatti, per ogni selfie sorridente che esprimerà il messaggio #NonCiFermaNessuno sull’app e sul sito www.noncifermanessuno.org, verranno donati pacchi di pasta al Banco Alimentare: l’obiettivo è raggiungere i 15mila pacchi di pasta. Al progetto partecipano anche quest’anno vari partner tra cui: ASUS, il Centro di Ricerca e Servizi Impresapiens – Università La Sapienza, PoliEco, Tecnocasa, Best Western Italia, Pasta Antonio Amato e Pasta Lori, Banco Alimentare, MyWeb School, Uisp, E.b.esse, Radio 105 (radio ufficiale) e Uninews24.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • La scienza spiega perché le zanzare pungono soprattutto alcune persone

  • Pericolo zecche: come riconoscerle e difendersi

  • Pizza in teglia a Pescara: i locali suggeriti dal Gambero Rosso

I più letti della settimana

  • L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

  • Aeroporto, tre nuovi voli da Pescara per raggiungere le crociere di Costa: ecco quali

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Maurizio Vandelli e Shel Shapiro in concerto gratuito per la festa di Sant'Andrea

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento