Nuova violenta lite nell'area di risulta, arrestato un uomo che ha picchiato e ferito anche i poliziotti [FOTO]

Infatti oggi, martedì 17 settembre, a ora di pranzo, intorno alle ore 13:45 si è verificata una nuova rissa nell'area di risulta

Nuovo episodio di violenza in pieno centro a Pescara.
Infatti oggi, martedì 17 settembre, a ora di pranzo, intorno alle ore 13:45 si è verificata una nuova lite nell'area di risulta.

Sul posto, pochi minuti più tardi, sono intervenute 3 pattuglie della polizia che hanno sedato, non senza difficoltà, gli animi molto accesi dei contendenti, tutti stranieri.

Uno di questi ha fracassato il parabrezza di un'auto tirando pugni a mani nude e nell'auto (poi scortata in Questura) c'era una donna seduta dietro. Un uomo di nazionalità senegalese è stato tratto in arresto al termine della rissa ed è stato accompagnato in Questura. Le accuse sono di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. 

Ad allertare le forze dell'ordine sono stati alcuni passanti che hanno avvisato come nel parcheggio dell'area di risulta, nei pressi della stazione centrale, fosse in corso una rissa tra cittadini di colore. Giunti sul posto gli agenti hanno notato due cittadini di colore che litigavano animatamente: uno dei due, con indosso una maglietta di colore bianco, poi identificato per T.M. 43enne, stava colpendo ripetutamente con calci e pugni al volto un suo connazionale, T.M. 44enne, risultato essere suo cugino e che ha rifiutato le cure mediche. Quest’ultimo ha spiegato come la lite fosse scaturita da futili motivi e che l’uomo da un po’ di tempo soffre di disturbi comportamentali. I poliziotti, con grande fatica sono riusciti a interrompere l’aggressione, ma l’individuo non riuscendo nel suo intento primario, ha continuato a scatenare la propria ira dapprima su un'automobile parcheggiata, danneggiandola in maniera vistosa, di proprietà, peraltro, del fratello e poi, sugli agenti che hanno cercato di interrompere la sua azione violenta ancora indirizzata verso il cugino.

L’uomo con forza ha reagito trascinando a terra entrambi i poliziotti che comunque sono riusciti a immobilizzarlo e ad arrestarlo tenuto conto che i due operatori di polizia hanno riportato lesioni per 25 e 15 giorni di prognosi, attestate dal personale medico del pronto soccorso dell’ospedale di Pescara.

Il senegalese è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Questura, in attesa della convalida dell’arresto, prevista domani mattina al tribunale di Pescara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

  • Focolaio di contagi da Coronavirus in una rsa di Montesilvano: scatta l'inchiesta della procura

Torna su
IlPescara è in caricamento