Incidente Catignano: Matteo Santucci è morto

Dichiarata la morte cerebrale per il 25enne di Spoltore. Era stato ricoverato in coma in Rianimazione, ma non ce l'ha fatta. Ora si avvierà la procedura di osservazione

E' stata dichiarata la morte cerebrale, all'ospedale di Pescara, di Matteo Santucci, il 25enne di Spoltore che ieri mattina e' rimasto coinvolto in un incidente stradale a Catignano mentre era in moto.

Matteo, che era stato ricoverato in Rianimazione, non ce l'ha fatta. Ora si avviera' la procedura di osservazione che portera' eventualmente all'espianto e alla donazione degli organi del giovane sportivo, che lavorava al centro Santuccione di Cepagatti.

I genitori del ragazzo hanno infatti dato il consenso per il prelievo degli organi ai fini della donazione. Nelle prossime ore saranno eseguiti accertamenti finalizzati ad appurare quali organi (tra fegato, reni, polmoni e cuore) sono compatibili con il prelievo e se esiste la compatibilita' con persone in attesa di trapianto, nel qual caso le varie equipe, in arrivo a Pescara da altre localita', procederanno al prelievo stesso.

Santucci ha incontrato sulla sua strada un gruppetto di ciclisti e con la sua Honda Sh300 ne ha toccato uno, prima di finire contro l'albero. Il giovane, dopo lo schianto in moto, e' stato soccorso e trasportato al nosocomio di Pescara. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Avatar anonimo di basta morti
    basta morti

    qualunque cosa fosse successa, vuoi che questo povero ragazzo correva un po troppo vuoi che il ciclista era in mezzo la strada il risultato è sempre che qualcuno ci ha rimesso le penne, e in questo periodo veramente se ne leggono troppe. Certo che chi va con la bici se ne infischia altamente delle regole: puntualmente sul marciapiede dove c è la pista ciclabile, contromano ovunque, semaforo optional ecc

  • Avatar anonimo di benitodifatto
    benitodifatto

    ma nn vi rompete mai i c.o.gl.i.on.i ad assolvere sempre tutti per forza? quando uno ci ca.ca deve essere condannato e basta. i ciclisri sono gente dimm.m.e.r.d.a denteo e fuori le strade e sono un pweicolo DA SEMPRE per loro stessi ( manco morissero tutti come i moscerini sui prtabrezza) e puetroppo anche per gli altei. andate a rinfrescarvi le emorroidi sulle.pisre ciclabili e smettetw d uccidere la gente. che robba è grasso non grasso disciplina o non disciplina, fanno come.gli zingari rompono i co.g.li.o.n.i e poi quando li vuoi uccidere t dicono razziata. ASSASSINI.

    • Calmati amico!Non generalizzare, I ciclisti sono brave e oneste persone, che cercano solo un po' di svago, non è colpa loro se le piste ciclabili non ci sono e le stesse strade sono piene di buche. Questa è una tragedia e bisogna solo augurarsi Matteo riposi in pace, poi saranno i rilievi della polizia nel determinare le cause, magari il ciclista ha fatto una svolta improvvisa a causa di una buca o magari Matteo correva troppo, questo di certo non possiamo dirlo noi. Il paragone tra zingari e ciclisti non sta ne in terra ne in cielo, anzi vedo di buon occhio i ciclisti che non inquinano e fanno un attività sana.

    • Avatar anonimo di Marco
      Marco

      Rilassati amico mio, rilassati. Compratene una di bici e vieni con noi. Le disgrazie possono sempre accadere, nessuno di noi ne è immune. E' vero che bisogna pedalare vicino al bordo strada me è anche vero che si può andare anche più piano con la moto... Preghiamo insieme per questo ragazzo e, perché no anche per quel ciclista, il quale per quel "tocco" vivrà con il rimorso per tutta la vita. Non me ne volere. Saluti  

  • Avatar anonimo di Fabio
    Fabio

    RIP amico mio!

  • Avatar anonimo di piero
    piero

    maledetti ciclisti ,,,,la maggior parte indisciplinati..... camminano per le strade occupando lo spazio di un camion a...  10 km l'ora..... RIP    

    • Avatar anonimo di giusy
      giusy

      La strada e' di tutti ,il codice della strada dice di rispettare la velocità' e distanza da chi precede ,,se c,erano dei pedoni succedeva la stessa cosa!!!!!

    • Avatar anonimo di giusy
      giusy

      In Germania e Olanda tutti rispettano i ciclisti e pedoni !!!precedenza in assoluto!!!!!tutti rispettano sia la velocità che i segnali stradali!!siamo in Europa!!!!solo quando ci conviene!!!il primo ministro OLANDESE va in bici ,in ITALIA macchine blu con la scorta differenza enorme ,come possono i politici a riparare le buche prima si devono riempire le loro tasche!!!questa e' l,Italia !!!

    • Avatar anonimo di nino
      nino

      sicuramente sei uno di quelle persone molto sportivo a mangiare e bere con 1 quintale di grasso per fare questo commento...vergogniati !!!

      • Avatar anonimo di clara
        clara

        Fidati che ha ragione. Ciclisti che procedono in parallelo invece che in fila indiana occupando una corsia stradale...se vogliono fare le ciclo passeggiate ci sono le piste,non le strade

        • Avatar anonimo di giusy
          giusy

          Questo codice della strada dove sta scritto che le bici non possono transitare nelle strade sia comunali che statali!!!!dimmmi dove!!

        • dove sono le piste? mica siamo in Olanda o Danimarca, ci sono ciclisti scorretti come ci sono automobilisti scorretti.

          • Avatar anonimo di giusy
            giusy

            Caro Gianni in Italia nessuno rispetta il codice stradale!!!in Olanda quando e' fermo uno scuolabus tutte le macchine si fermano in Italia al contrario tutti sorpassano!!!!!

          • Avatar anonimo di giusy
            giusy

            In Italia gli automobilisti sono impazziti anche quando devi svoltare con freccia ,subito suonano come se sono padroni delle strade!!!!figuriamoci le moto !!!c'è' qualcuno disciplinato ma tutto il resto sempre in corsia si sorpasso sulla statale pescarina villa raspa'!!!

    • Nel caso specifico credo sia tutto ancora da accertare, ma di solito sono loro ad avere la peggio. Io direi, maledette strade...e maledette manovre azzardate....da qualunque categoria esse provengano.

  • Avatar anonimo di FORZA
    FORZA

    rip

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rigopiano, parla il padre di Feniello: "Dovevano indagare anche Provolo e D'Alfonso"

  • Eventi

    "Abbracci gratis" per tutti: appuntamento sabato 13 a Pescara

  • Cronaca

    Aeroporto senza ambulanze? La replica di Life: "Il servizio viene garantito regolarmente"

  • Cronaca

    Lutto nella marineria: morto Giovanni Verzulli

I più letti della settimana

  • Tragedia Rigopiano: sei gli indagati

  • In casa nascondeva 3 etti di marijuana: arrestato 22enne

  • Fa perdere le sue tracce e tenta il suicidio con un coltello: salvato dai carabinieri

  • La galleria San Silvestro chiude al traffico per lavori agli impianti di ventilazione

  • Incidente lungo la Tiburtina: furgone si ribalta, un ferito

  • Pescara, botte ai vigili urbani sul lungomare: arrestato ambulante

Torna su
IlPescara è in caricamento