Chiusa l'inchiesta sulla morte di Anna Carlini, per la Procura fu omicidio nel tunnel

Per il Pm (pubbico ministero) Rosangelo Di Stefano, che ha firmato l'avviso di conclusione delle indagini, si trattò di omicidio

È stata chiusa ufficialmente ieri, martedì 2 aprile, l'inchiesta della Procura di Pescara sulla morte di Anna Carlini, la donna con problemi psichiatrici di 33 anni ritrovata senza vita ad agosto del 2017 nel tunnel della stazione centrale dove tra qualche giorno verrà aperto il mercatino etnico.
Per il Pm (pubbico ministero) Rosangelo Di Stefano, che ha firmato l'avviso di conclusione delle indagini, si trattò di omicidio

Confermate infatti le accuse di omicidio volontario a carico dei due indagati: Nelu Ciuraru e Robert Cioragariu, entrambi di cittadinanza rumena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna in base alla tesi dell'accusa sarebbe stata condotta in stato confusionale nel tunnel della stazione di Pescara, dove nel corso della notte i due indagati avrebbero abusato di lei, fino ad ucciderla, per poi abbandonarla al suo destino. A dare sostegno alla ricostruzione della Procura, le testimonianze di tre persone che erano presenti nel tunnel, già acquisite in sede di incidente probatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rispetto delle misure anti coronavirus, l'Abruzzo è tra le regioni più virtuose

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

Torna su
IlPescara è in caricamento