Incendio in via De Amicis a Pescara: due arresti

Due giovani di 19 e 21 anni sono stati arrestati dai carabinieri in quanto responsabili dell'incendio avvenuto due sere fa in via De Amicis, davanti alla sede Rai, che ha coinvolto 5 scooter ed un'auto

Sono due giovani di 19 e 21 anni originari dell'est europa i responsabili dell'incendio doloso avvenuto la sera di Santo Stefano in via De Amicis, in pieno centro a Pescara.

Il rogo, davanti alla sede Rai, distrusse 5 motorini ed un'automobile con fiamme alte 6 metri che avrebbero potuto causare danni ben più seri se i vigil del fuoco non fossero intervenuti in pochi minuti.

Si tratta di Viorel SERBAN, 19enne rumeno, residente a Pescara e Edgar FLACCO, 21enne di origini bielorusse, di Giuliano Teatino, entrambi con numerose segnalazioni di polizia.

Serban in particolare, è noto per essere uno dei bulli della banda che quest'estate ha seminato il panico lungo la riviera e a Pescara Vecchia per il "knockout game", ovvero il pestaggio senza motivo di ragazzi e passanti per il quale diversi giovani, anche minorenni, furono arrestati.

Ad inchiodare i due ragazzi le immagini delle telecamere a circuito chiuso dell'ingresso di un palazzo esattamente di fronte al punto dove è stato innescato il rogo. I militari hanno visto i due arrivare in motorino e scaricare una tanica contenente benzina. A quel punto Flacco ha attraversato la strada ed ha innescato l'incendio inondando di benzina uno degli scooter parcheggiati. Le immagini non mostrano il momento in cui viene acceso il fuoco, ma mostrano la fuga dei due subito dopo a bordo del motorino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambi hanno diversi precedenti, fra cui porto abusivo d'armi, rissa, lesioni, ricettazione ed estorsione.Ancora ignote le motivazioni del gesto, domani si terrà l'interrogatorio di garanzia. Entrambi attualmente sono detenuti in carcere.

IL VIDEO DELL'INCENDIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Coronavirus, sette nuovi contagi accertati in Abruzzo: tre sono nel Pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento