Incendio in via De Amicis, i bulli arrestati: "Siamo innocenti"

Si difendono i due giovani stranieri arrestati dai carabinieri per l'incendio appiccato la sera del 26 dicembre in via De Amicis. "Siamo innocenti, abbiamo solo rubato della benzina dalle automobili"

Respingono le accuse i due giovani di 19 e 21 anni arrestati dai carabinieri in quanto ritenuti responsabili dell'incendio avvenuto in via De Amicis la sera del 26 dicembre, quando 5 motorini ed un'automobile sono andati a fuoco.

Viorel Serban, 19enne romeno e Edgar Flacco, 21enne originario della Bielorussia sono stati incastrati dalle immagini delle telecamere del palazzo di fronte a dove è avvenuto l'incendio, che mostrano il loro arrivo in motorino ed una tanica presa da Flacco prima di attraversare la strada.

Le immagini non riprendono materialmente il momento dell'incendio, e proprio su questo particolare importante si basa la tesi difensiva: i ragazzi infatti sostengono di aver usato la tanica per rubare carburante dalle auto parcheggiate, ed infatti le immagini secondo loro mostrerebbero che la tanica era vuota quando sono scesi dal motorino ed invece era piena al momento della ripartenza.

Per ora i due restano in carcere, considerando anche i gravi precedenti a loro carico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Scivolano sul ghiaccio, morti due escursionisti sulla Majella: gli aggiornamenti

  • Cordoglio e dolore per la tragica morte di Matteo Martellini - FOTO -

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Trovato morto il 37enne di Città Sant'Angelo scomparso sul Gran Sasso

Torna su
IlPescara è in caricamento