Incendio alla Isolbit di Villanova, ecco che cosa vieta l'ordinanza del sindaco di Cepagatti

Il possibile pericolo è connesso ai fumi potenzialmente tossici sprigionati dal rogo visto che l'azienda si occupa di recupero e riciclo di materiali plastici

Il sindaco di Cepagatti, Gino Cantò, ha emanato un'ordinanza che impone una serie di divieti dopo l'incendio che ha divorato il capannone della Isolbit a Villanova.
Il possibile pericolo è connesso ai fumi potenzialmente tossici sprigionati dal rogo visto che l'azienda si occupa di recupero e riciclo di materiali plastici.

Questo quanto vieta, in via precauzionale, l'ordinanza del primo cittadino cepagattese:

  • temporaneamente e in via del tutto provvisoria la permanenza nelle strade pubbliche e nei luoghi pubblici dei cittadini nonché le manifestazioni ludico sportive o altri eventi programmati all'aperto nelle zone interessate dall'incendio e in quelle limitrofe; si raccomanda altresì di rimanere in casa con porte e finestre chiuse fino allo spegnimento dell'incendio ed in attesa di rilievi tecnici più dettagliati e accurati;
  • la raccolta, vendita e consumo di prodotti vegetali, frutta e verdura e di prodotti di origine animale nel raggio di 2 chilometri in linea d'aria;
  • attingimento delle acque dei pozzi privati e pubblici ubicati nell'area predetta, e l'uso delle stesse acque per irrigazione e inaffiamento su tutto il territorio circostante l'area interessata;
  • il transito per tutti i veicoli per l'intera via Pignatelli, dall'imbocco con via Chieti fino all'intersezione con via d'Annunzio; divieto di transito altresì in via Cristoforo Colombo, via Michelangelo e in via Napoli direzione via Pignatelli fatta eccezione per i residenti delle suddette vie.

L'ordinanza, trasmessa anche ai sindaci dei Comuni limitrofi e alla Prefettura di Chieti, è valida fino alla fine delle operazioni di spegnimento e dei rilievi tecnici definitivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento