Help Center alla stazione di Pescara, 26.560 interventi di assistenza del 2016

Si chiama 'Train de Vie' e lo gestisce l'associazione On The Road Onlus. Fs ha illustrato i numeri relativi allo scorso anno. Il 78% degli assistiti sono uomini, il 28% donne

Sono stati 26.560 gli interventi di assistenza fatti nel 2016 dall'Help Center di Pescara Centrale. Tra questi 17.500 per servizi di sostegno di base - docce, pasti e distribuzione di vestiario - mentre oltre 9.000 sono stati per interventi di accompagnamento e orientamento sociale e lavorativo. I servizi di assistenza hanno interessato un totale di 630 utenti: il 72% già fruitori dell'Help Center e il 28% nuovi.

Il 78% sono uomini, il 28% donne. Per quanto riguarda la nazionalità, il 25% degli utenti è composto da italiani, il 37% da comunitari e il 20% da extracomunitari. È uno stralcio dei dati del Rapporto dell'Osservatorio sul Disagio e la Solidarietà nelle Stazioni Italiane illustrati a livello nazionale.

Gli Help Center sono sportelli di ascolto dentro o in zone limitrofe le stazioni ferroviarie. A Pescara è gestito dall'Associazione On The Road Onlus, si chiama Train de Vie, offre anche servizi di mensa, distribuzione abiti, drop in, unità mobile di contatto, oltre a laboratori artistico-culturali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di nando
    nando

    Parlo dei barboni o anche detti alla francese "clochard" di casa nostra! Costoro non so e non lo voglio sapere per quale motivo o loro scelta decidono di vivere all'aperto, non dovrebbero per loro codice avere bisogno di recarsi alle mense caritas o distribuzione gratis di pasti, ma solo se questo è povero, può essere giustificato ed essere aiutato, a maggior conto se si è ritrovato buttato in strada per motivi e per colpe non proprio sue(divorzio, perdita del lavoro, incomprensione dello stato per non aver cercato di aiutare in tempo l'individuo ecc..!) Per quanto riguarda la presenza numerosa ed inconcepibile di stranieri che vengono a bivaccare qui in Italia non c'è nessuna giustificazione, neppure quella della pietà, perchè le condizioni di costoro che provengono da altri paesi non è certo migliorata venendo qui da noi, anzi ogni giorno  costituisce per i paesi di accoglienza disagi, sporcizia, squallore e degrado! Altro che rispetto e pietà dopo averli rifocillati, con foglio di via li si rispedisca a casa!

Notizie di oggi

  • Montesilvano

    Bollette sbagliate recapitate ai cittadini, l'Aca si scusa e rimedia all'errore

  • Attualità

    Montesilvano, fissata la data di inaugurazione del nuovo distretto sanitario di base

  • Politica

    Comune di Pescara, il sindaco Alessandrini a fine mandato: "Risanati 68 milioni di euro"

  • Comunali pescara 2019

    Cementificio di Pescara, la candidata sindaco Sclocco propone soluzione stile Barcellona [FOTO]

I più letti della settimana

  • Pizza, il nuovo campione del mondo arriva da Cepagatti

  • Montesilvano, morto per un malore l'architetto Enrico Di Paolo

  • Aeroporto d'Abruzzo, a Striscia la Notizia il "Far West" tra i tassisti di Pescara e Chieti [VIDEO]

  • Fanno scendere dall'auto il cane e lo abbandonano sotto il ponte di Cappelle

  • Incidente a Loreto Aprutino, giovane si ribalta con l'auto: è grave

  • Vince mezzo milione di euro con una giocata da 1 a Montesilvano

Torna su
IlPescara è in caricamento