Hacker sul sito della Regione Abruzzo, minacce da fondamentalisti islamici

Un messaggio di minaccia firmato dal "Moroccan Islamic Union" è apparso in queste ore sul sito della Regione Abruzzo. Secondo gli investigatori, si tratterebbe di hacker non collegati ai fondamentalisti islamici

Hacker in azione sul sito della Regione Abruzzo. Nelle ultime ore, infatti, sulla homepage del portale dell'Ente Regionale sono apparse delle scritte in inglese con delle minacce e delle immagini a firma del "Moroccan Islamic Union".
Secondo gli inquirenti, che stanno indagando sull'accaduto, si tratterebbe di un hackeraggio non riconducibile ai fondamentalisti islamici, in quanto l'inglese era approssimativo e le immagini non erano direttamente collegate al testo.

Sulla homepage era scritto: "'L'Iraq sara' il cimitero dell'Italia. Salutiamo la morte che vi attende per mano dei mujahedin dell'Iraq'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Hackeraggio è stato denunciato dal responsabile delle infrastrutture tecnologiche della Regione Cococcia ai Carabinieri de L'Aquila che si stanno occupando del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

Torna su
IlPescara è in caricamento