Pescara, guasto elettrico causa sversamento di liquami nel fiume

A causa di un guasto sulle pompe di sollevamento nella zona del Ponte della Libertà è in corso uno sversamento di liquami nel fiume. Lo ha fatto sapere il vicesindaco Del Vecchio. Il guasto è stato riparato alle 11

Da qualche ora, a causa di un guasto elettrico alle pompe di sollevamento delle acque reflue nella zona del Ponte della LIbertà, è in corso uno sversamento di liquami nel fiume.

AGGIORNAMENTO ORE 12  Il guasto è stato riparato alle ore 11 circa. Le pompe di sollevamento sono state riattivate grazie all'ausilio di un gruppo elettrogeno.

L'annuncio è arrivato dal vicesindaco Del Vecchio. Ora le acque reflue non finiranno più direttamente nel fiume.
---------------------------

Lo ha fatto sapere il vicesindaco Del Vecchio. Dalle 7,30 circa di questa mattina è stato segnalato il guasto, avvenuto poco prima, ed i tecnici Aca ed Enel sono già al lavoro.

Un gruppo elettrogeno è già stato trasportato sul posto per ripristinare il funzionamento delle pompe, in attesa della risoluzione definitiva del problema.

"Comunicazione ufficiali a tutti gli enti interessati è in corso di avvio da parte della stessa Aca per gli adempimenti conseguenti” ha dichiarato il vicesindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento