Furto di rame nella Riserva dannunziana: Foschi, "Visioneremo i filmati delle telecamere"

Ignoti hanno asportato, la scorsa notte, tutto il materiale in rame posto nei tre cottage di legno situati all'interno della Riserva, dai canali di scolo alle grondaie di raccolta dell'acqua piovana, sino ai fili dell'impianto elettrico. Si pensa a una banda di stranieri

Furto nella Riserva naturale dannunziana. Ignoti hanno asportato, la scorsa notte, tutto il materiale in rame posto nei tre cottage di legno situati all’interno della Riserva, dai canali di scolo alle grondaie di raccolta dell’acqua piovana, sino ai fili dell’impianto elettrico.

Saranno le telecamere poste agli ingressi della Riserva a consentirci di dare un volto agli autori del colpo ha detto il Presidente della Commissione Sicurezza, Armando Foschi - Dopo l’orario di chiusura dei cancelli, qualcuno è penetrato nella Riserva, evidentemente scavalcando la recinzione, e in poche ore ha letteralmente depredato i tre cottage, portando via ogni possibile oggetto che contenesse rame".

Tutto lascerebbe pensare, secondo Foschi, che la responsabilità di questo gesto sia di una banda di stranieri in azione da mesi nel pescarese, e che probabilmente aveva anche effettuato dei sopralluoghi preventivi nel parco per comprendere come e quando agire.

L’addetto alla chiusura e apertura del parco ha già presentato regolare denuncia per consentire l’acquisizione dei filmati, dai quali "cercheremo di risalire all’identità di coloro che hanno arrecato un danno economico e patrimoniale non indifferente alla città”, ha concluso Foschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto l’Ufficio Verde sta stilando la conta dei danni per quantificare l’entità delle opere di ripristino da eseguire con urgenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento