Facevano razzia di rame al cementificio e nel chietino: sgominata banda di ladri, 6 arresti

Hanno messo a segno decine di furti di rame, anche di ingenti quantità, fra il cementificio di via Raiale e varie aziende nel chietino. In manette sono finite 6 persone, tre delle quali ancora ricercate

Una banda di romeni che aveva come punto di riferimento un ricettatore 50enne di Spoltore. Sgominata dai carabinieri di Pescara un'organizzazione criminale che si occupava di rubare ingenti quantitativi di rame e poi rivenderlo sul mercato. In manette sono finiti Gianni D'Alessandro, 50enne di Spoltore, Paun Ciprian 31enne e Comardici Sile-Marian 30enne entrambi romeni. Ricercati altri tre loro connazionali attualmente irreperibili.
Le indagini partono a giugno 2016 quando una parte della banda fu sorpresa a rubare rame all'interno del cementificio. Da lì scattarono indagini approfondite che hanno permesso tramite intercettazioni telefoniche e pedinamenti di risalire all'organizzazione ed al modus operandi dei criminali.

LA BANDA IN AZIONE E LA TELEFONATA INTERCETTATA: IL VIDEO

Una volta rubato il materiale, veniva consegnato al D'Alessandro che utilizzava un capannone come deposito e pagava subito in contanti il rame ricevuto dai romeni. La banda agiva con un sistema ben definito: prima il rame veniva estratto ed accumulato e poi nascosto nella parte posteriore del cementificio. Qui, il giorno dopo un altro componente passava a recuperare la refurtiva portandola via con un furgone.