Dramma del cavalcavia: Fausto Filippone ha sedato la figlia Ludovica prima di ucciderla

Le analisi condotte sul corpo della piccola confermano la presenza di benzodiazepine, una sostanza ansiolitica utilizzata per le sedazioni. Nell'auto del padre era stata trovata anche della cocaina

Ludovica è stata sedata dal padre prima di ucciderla lanciandola nel vuoto dal cavalcavia Alento. La conferma arriva dai primi risultati sugli esami tossicologici condotti dal medico legale D'Ovidio che ha condotto l'autopsia sul corpo della bimba, oltre che sui cadaveri del padre Fausto Filippone e della madre Marina Angrilli.

Nel sangue della bambina sono state trovate tracce importanti di benzodiazepine, una sostanza ansiolitica utilizzata per le sedazioni. Filippone dunque ha cercato di calmarla rendendola quasi incosciente del terribile destino che stava per stroncare la sua giovane vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ULTIMO SALUTO A LUDOVICA E MARINA

Ricordiamo che dall'esame scientifico dell'auto erano emerse tracce di cocaina in un bicchiere di plastica oltre ad una siringa recuperata durante i rilievi condotti dalla Polizia di Chieti. Nel sangue di Filippone e della Angrilli, invece, non risultano tracce di sostanze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • Coronavirus, altre cinque vittime in Abruzzo: tre sono del Pescarese

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

Torna su
IlPescara è in caricamento