Elice: rissa in un bar finisce con un orecchio staccato

Una rissa all'interno di un bar di Elice si è conclusa con un orecchio staccato. E' quanto accaduto sabato pomeriggio. Ad avere la peggio un giovane abruzzese al quale è stata staccata una parte dell'orecchio a morsi da uno dei due napoletani con cui stava litigando

Una banale rissa per futili motivi si è conclusa con un orecchio staccato.

L'episodio è avvenuto ad Elice, in un bar, nel pomeriggio di sabato.

Protagonisti della vicenda due napoletani residenti nel pescarese ed un giovane operaio.

Dopo un breve diverbio, i tre sono passati alle mani con schiaffi, pugni e spinte. Ad avere la peggio, però, il giovane operaio, al quale uno dei due napoletani ha staccato una parte dell'orecchio con un morso.

A quel punto gli altri avventori del locale ed il titolare sono riusciti a porre fine alla rissa, ed i due napoletani si sono allontanati.

Il giovane è stato soccorso e ricoverato in ospedale, dove gli è stata ricucita la parte dell'orecchio staccata.

Intanto i Carabinieri di Penne, Città Sant'Angelo e Montesilvano hanno rintracciato la coppia di aggressori. I due avevano ferite guaribili in dieci giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti e tre sono stati denunciati per rissa aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

  • Coronavirus, la Asl di Pescara lancia un appello per il plasma iperimmune: "Servono donatori"

Torna su
IlPescara è in caricamento