domenica, 20 aprile 16℃

Dipendenti assenteisti e uscite al bar: in Comune scatta la tolleranza zero

Il Direttore Generale del Comune Stefano Ilari non ci sta, e così ha deciso di inviare sui pc degli uffici comunali un "alert" riguardante tutti coloro che si assentano dal lavoro senza timbrare

Redazione20 novembre 2012
6

Scatta la tolleranza zero per gli assenteisti e per i "furbetti" del cartellino in Comune.

Il Direttore Generale Stefano Ilari, infatti, ha inviato un apposito "alert" sui terminali del Comune al quale hanno accesso 860 dipendenti, intimando il rispetto delle regole e annunciando denunce penali e sanzioni per chi sarà sorpreso a trasgredire.

A quanto pare, infatti, come si legge su Il Centro, sarebbero stati segnalati diversi episodi di dipendenti notati durante l'orario di lavoro fuori dai palazzi comunali, nei bar o nelle attività limitrofe. Il tutto, spesso, senza timbrare il cartellino in uscita o ancora peggio timbrando il cartellino dei colleghi, facendo così risultare delle false presenze.

Annuncio promozionale

Per ora, fa sapere Ilari, è scattato solo l'avvertimento telematico, ma in futuro potrebbero esserci anche altri provvedimenti. Il Direttore, a livello personale, ha dichiarato di non aver mai sorpreso fino ad ora qualche dipendente a compiere questa pratica scorretta che, come detto, comporta anche guai penali per il responsabile.

6 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di miraildito

    miraildito questa è una delle dimostrazioni di quanti sprechi in Italia ci sono e di quanto si potrebbe risparmiare eliminando gente inutile

    il 22 novembre del 2012
  • Avatar anonimo di e noi paghiamo!

    e noi paghiamo! impiegati del settore pubblico, siete riconoscibili ovunque voi andiate....manco una lampadina sapete cambiare,vi siete girati i pollici per tutta la vita e a chiacchiere siete tutti lavorati istancabili, che comica ascoltarvi!

    il 20 novembre del 2012
  • Avatar di Zio

    Zio impiegati del settore pubblico. occhio alla telecamera sembra che oltre a verificare i cartellini stanno verificando anche le telecamere della città, quindi qualcuno avrà brutte sorprese con avvisi di garanzia

    il 20 novembre del 2012
  • Avatar di pierfranco

    pierfranco Gino, hai perfettamente ragione !!! Fatta la legge trovato l'inganno !!! Visto che hanno poco da fare, leggono il giornale in ufficio e si fanno portare il caffè dal ragazzo del bar !!! Quale è il problema?? Mi chiedo: ma i vari capi-ufficio dove sono? Controllano i loro collaboratori?? Oppure - forse - sono loro i primi che danno l'esempio??

    il 20 novembre del 2012
  • Avatar anonimo di Gino

    Gino Ma scusate, se un dipendente si assenta vuol dire che non ha niente da fare oppure che non vuole lavorare, in entrambi i casi va licenziato in tronco. A cosa serve tenere dentro gli uffici gente che guarda il muro o perde tempo tra pettegolezzi e chiacchiere da bar? Meglio che vadano a spasso! Di fronte ad un mondo privato che lavora duramente senza diritti anche per pagare lo stipendio dei dipendenti pubblici, non sono ammissibili indulgenze di nessun tipo, compresi questi giochini informatici inutili proposti dal DG.

    il 20 novembre del 2012
  • Avatar di Nino Lucci

    Nino Lucci I dipendenti sia del pubblico impiego sia Regionali, provinciali e comunali già si devono ritenere fortunati perchè hanno il posto di lavoro e nenche vogliono fare il loro dovere si assentono x fare la spesa e sensa timprare il cartellino x recuperare il tempo impiegato però questo dipende dal Capo Ufficio che permette che ciò avvenga cominciate a sanzionarli così vedrete che queste cose non si verificheranno più perchè ci sono dei padri di famiglia che hanno perso il lavoro non sanno come sbarcare il lunario.

    il 20 novembre del 2012