Conigli morti a Congiunti, parla il Corpo Forestale di Pescara

Il Corpo Forestale di Pescara ha contestato ai responsabili della morte di migliaia di conigli abbandonati da mesi in un ex allevamento a Congiunti, il reato di maltrattamento di animali e deposito incontrollato di rifiuti organici

Sono due le ipotesi di reato e violazione contestate ai responsabili della morte di migliaia di conigli avvenuta all'interno dei capannoni di un ex allevamento abbandonati a Congiunti.

Due giorni fa c'è stato il sopralluogo penale della Forestale assieme alla Asl ed ai carabinieri dei Nas, che ha accertato come i conigli siano stati abbandonati da mesi senza nutrizione e le carcasse hanno causato pessime condizioni igieniche, come segnalato anche da molti cittadini residenti nella zona.

In particolare, fa sapere il Comando Provinciale del Corpo Forestale di Pescara, l'ipotesi di reato penale è per maltrattamento di animali, considerando che probabilmente i conigli sono stati abbandonati vivi e quindi sono morti per denutrizione. Contestato anche il deposito incontrollato di rifiuti organici, datosi che le migliaia di carcasse erano state lasciate incustodite assieme alle deiezioni degli animali ed ai residui organici prodotti dalla decomposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

  • Pescara, allerta meteo per il 12 novembre: le previsioni

  • Incidente in via Tirino, scontro tra ambulanza e auto della polizia municipale - FOTO -

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

Torna su
IlPescara è in caricamento