Civitaquana, giovane investito e trovato morto in strada: è caccia al pirata

Il corpo è stato rinvenuto fra gli arbusti di fianco ad una strada in contrada Vicenne a Civitaquana. Si tratta di un migrante di 27 anni

Un 27enne originario della Nuova Guinea, Diallo Mamadou Tihana, è stato trovato morto ieri mattina dai carabinieri a Civitaquana, in contrada Vicenne. Il corpo senza vita del migrante richiedente asilo è stato notato fra degli arbusti lungo una strada. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Penne giunti sul posto, sarebbe stato investito la notte precedente ed il corpo sbalzato fuori dalla carreggiata.

Il giovane stava tornando a piedi verso la sua abitazione dal centro di accoglienza di Civitaquana dove era stato ospitato fino a qualche giorno prima. L'automobilista, dunque, non si sarebbe fermato dopo l'impatto e quindi ora i militari, coordinati dal capitano De Rosa, cercheranno di risalire alla sua identità in quanto accusato di omicidio stradale ed omissione di soccorso. Utili potranno essere le immagini delle telecamere di una stazione di servizio della zona che potrebbero aver ripreso il veicolo che ha travolto il giovane. L'allarme è stato dato da un suo coinquilino che non lo ha visto rientrare a casa, ed a quel punto sono scattate le ricerche nel tratto di strada che separa il centro di accoglienza dalla sua abitazione.

L'autopsia servirà a chiarire se il 27enne è morto nell'impatto oppure successivamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Scivolano sul ghiaccio, morti due escursionisti sulla Majella: gli aggiornamenti

  • Cordoglio e dolore per la tragica morte di Matteo Martellini - FOTO -

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Trovato morto il 37enne di Città Sant'Angelo scomparso sul Gran Sasso

Torna su
IlPescara è in caricamento