Dopo i fatti di violenza, decisa la chiusura anticipata del parco di piazza Santa Caterina

L'orario canonico stabilito per le ore 21:30 in estate è stato anticipato alle ore 19 per ragioni di sicurezza

Dopo gli ultimi fatti di cronaca con un doppio accoltellamento avvenuto lunedì sera, 1 luglio, il sindaco di Pescara Carlo Masci ha firmato un'ordinanza per la chiusura anticipata del parco di piazza Santa Caterina da Siena.
L'orario canonico stabilito per le ore 21:30 in estate è stato anticipato alle ore 19 per ragioni di sicurezza.

A motivare la decisione, come si legge nell'ordinanza la presa d'atto che "il parco piazza Santa Caterina è spesso frequentato da consumatori di alcolici ed è oggetto di fenomeni di degrado, di disturbo alla quiete pubblica e di violenza, non da ultimo quello accorso Lunedì".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo il sindaco ordina che il parco Santa Caterina venga chiuso alle ore 19 a decorrere da ieri, martedì 2 luglio e fino a data da destinarsi, dispone anche che il Servizio Verde Pubblico e Parchi provveda materialmente all’esecuzione dell'ordinanza e che il Comando della polizia municipale presieda con apposita pattuglia all’operazione di chiusura del parco, affiancando gli operatori del Servizio Verde o eventuali società incaricate a tale scopo, per aspetti attinenti l’ordine e la pubblica sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento