"Centrale del falso" smantellata dalla Polizia nel ghetto di via Ariosto

A poche ore di distanza dall'operazione anti contraffazione della Guardia di Finanza, la Squadra Mobile ha eseguito un blitz all'interno di alcuni appartamenti a Montesilvano dove ha sequestrato capi ed accessori falsi e presse per etichette

Una vera e propria centrale del falso, con migliaia di accessori e capi d'abbigliamento taroccati oltre ad una pressa per realizzare falsi marchi. Importante operazione della Squadra Mobile di Pescara che ha eseguito una serie di controlli all'interno degli alloggi di via Ariosto, a Montesilvano, abitati quasi esclusivamente da extracomunitari.

SGOMINATA ORGANIZZAZIONE DEL FALSO

Sequestrati un migliaio di capi di abbigliamento contraffatti tra felpe, t-shirt, pantaloni e borse di primari marchi di moda sia nazionali che esteri, per un valore stimato sul mercato nero di circa 40.000 euro, olttre ad alcune matrici in ottone utilizzate come presse per realizzare false etichette da apporre sugli oggetti contraffatti. Per ora non sono stati individuati i responsabili della produzione della merce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • La ristoratrice pescarese Marilena Di Stilio del locale "La Pecora Nera" si lancia nel mondo dei film per adulti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus in Abruzzo, il direttore Parruti: "Non andate in pronto soccorso"

Torna su
IlPescara è in caricamento