Pescara, case popolari: aperto il bando per l'assegnazione di alloggi

L'amministrazione comunale, con l'assessore Sulpizio, ha fatto sapere che il bando per l'assegnazione di alcuni alloggi popolari in città è stato pubblicato. Ecco i requisiti per entare in graduatoria

E' stato pubblicato il bando per l'assegnazione di alcuni alloggi di edilizia popolare in città. Lo ha fatto sapere l'assessore Sulpizio, aggiungendo che il bando scade il 14 gennaio prossimo con proroga al 14 marzo per i lavoratori emigrati residenti nell’area europea ed il 14 aprile per i residenti in paesi extra europei.

Questo bando sostituirà quello precedente e dunque tutti coloro che sono interessati ad ottenere una casa popolare devono inoltrare nuovamente la domanda.

“Si tratta di bando importante, che riguarda alloggi Erp, quindi parliamo di affitti a partire da 12,91 euro che arriva in un momento particolare, perché la domanda di case popolari è crescente. Non possiamo far fronte a tutte le richieste, ma abbiamo attivato tutte le strade possibili per dare una risposta. Come il protocollo con l'Ater per la ristrutturazione degli alloggi che sta dando buoni frutti, si tratta di una procedura di 944.000 euro complessivi, che riguarda la ristrutturazione di 45 alloggi Ater che contiamo di avere disponibili per l’anno venturo." ha dichiarato l'assessore aggiungendo che gli alloggi sono ubicati a San Donato, Marina e Zanni Vecchia. Inoltre presto ci sarà la posa della prima pietra della nuova palazzina a canone concordato di via Pepe e l'aggiudicazione della gara per la palazzina di via dei Peligni entro la fine dell'anno.

Ecco i requisiti per partecipare al bando:
-       avere la cittadinanza italiana o di altro stato aderente all’unione europea, o di altro stato con possesso di permesso o carta di soggiorno;
-       avere la residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune di Pescara;
-       non avere la titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio adeguato al proprio nucleo familiare, nel comune di Pescara o in qualsiasi altra località;
-       non aver occupato abusivamente alloggi di edilizia residenziale pubblica nei cinque anni antecedenti il bando (art. 5 comma 1 bis legge n. 80/2014;
-       avere il reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore al limite convenzionale vigente al momento della scadenza del bando di concorso. detto limite, aggiornato con delibera della giunta regionale, è attualmente di 15.853,63 euro convenzionale.

La domanda può essere presentata presso il servizio Urp Politiche della Casa o scaricandolo dal sito del Comune. Presso l'Urp è stato istituito uno sportello ad hoc martedì e giovedì dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 17.00 presso il comune di Pescara Palazzo ex Inps 1 piano stanza 3.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono attese circa 800 domande.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento