L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

È quanto emerge dalle prime informazioni al termine dell'esame autoptico eseguito dal medico legale a partire dalle ore 15

L'autopsia eseguita questo pomeriggio, mercoledì 17 luglio, sul corpo di Tiziano Paolucci, l'uomo di 56 anni morto giovedì scorso in viale della Pineta a Pescara dopo una lite in strada con un 20enne pescarese, non avrebbe chiarito le cause del decesso.
È quanto emerge dalle prime informazioni al termine dell'esame autoptico eseguito dal medico legale a partire dalle ore 15.

Al momento si parlerebbe genericamente di arresto cardiocircolatorio e si dovranno attendere ulteriori esami per avere un quadro più chiaro.

Tra questi gli esami istologici sui campioni prelevati nel corso della lunga autopsia. Il risultato definitivo degli esami sarà decisivo per stabilire quale sarà la posizioni di M.N., il 20enne che si è reso protagonista con la vittima della lite con calci e pugni poco dopo la quale il 56enne originario di Tollo ha perso la vita dopo essersi accasciato al suolo nei pressi della sua automobile. 

Il 20enne, per ora, risulta indagato a piede libero per morte come conseguenza di altro reato. Le indagini sono condotte dai carabinieri coordinati dalla Procura di Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento