Perseguita e picchia l'ex compagna: arrestato operaio nel pescarese

Ha perseguitato e minacciato più volte l'ex compagna in quanto non accettava la fine della loro relazione, ma il 12 febbraio scorso è passato alle mani picchiandola selvaggiamente davanti ad un locale

Ha perseguitato, minacciato ed infine pestato a sangue l'ex fidanzata in quanto non si rassegnava alla fine della loro relazione. In manette è finito un 27enne di Popoli, operaio, accusato di stalking e lesioni aggravate. Da tempo il ragazzo perseguitava la ex con messaggi sul cellulare.

BOTTE ALLA EX, ARRESTATO

La sera del 12 febbraio però ha atteso che uscisse da un locale della zona e dopo una discussione l'ha presa a calci e pugni sul volto, provocandole gravi lesioni e rischiando di sfigurarla. Grazie all'intervento di un'amica non ci sono state conseguenze più drammatiche. Una volta in ospedale, è stata ascoltata dai carabinieri che, grazie ad alcune testimonianze, hanno identificato ed arrestato il 27enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

  • Pescara, allerta meteo per il 12 novembre: le previsioni

  • Incidente in via Tirino, scontro tra ambulanza e auto della polizia municipale - FOTO -

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

Torna su
IlPescara è in caricamento