Sorpreso nell'area di risulta con 5 chili e mezzo di droga, giovane arrestato

Il ragazzo, un 26enne di nazionalità nigeriana, è stato sottoposto a controllo dai militari delle Fiamme Gialle nei pressi dell'area di risulta

Un giovane è stato tratto in arresto ieri, venerdì 23 agosto, dalla Guardia di Finanza dopo essere stato trovato in possesso di un ingente quantitativo di droga.
Il ragazzo, un 26enne di nazionalità nigeriana, è stato sottoposto a controllo dai militari delle Fiamme Gialle nei pressi dell'area di risulta.

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, nel corso dei consueti servizi di pattugliamento nelle aree più a rischio e sensibili del centro cittadino, hanno effettuato, con l’ausilio di unità cinofile, controlli al terminal degli autobus e nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Pescara Centrale.

E il 26enne è stato trovato in possesso di 5 chili e mezzo di marijuana confezionati in due voluminosi involucri impacchettati con del cellophane trasparente e nascosti all’interno di uno zaino. La droga sequestrata sarebbe stata verosimilmente “immessa in commercio” sul mercato locale consentendo, agli spacciatori al minuto, di ricavarne almeno 60mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le attività di prevenzione e repressione svolte nella stagione estiva hanno consentito, sinora, di denunciare sei soggetti (di cui tre tratti in arresto) e di sottoporre a sequestro complessivamente circa otto chilogrammi di marijuana ed altro quantitativo di cocaina ed eroina. Come fanno sapere dal Comando Provinciale, «l'operazione condotta dalle Fiamme Gialle, si inserisce in un più ampio contesto di attività di prevenzione che, nel corso della stagione estiva, viene ulteriormente incrementato, al fine di garantire maggior sicurezza soprattutto agli appartenenti alle fasce di età più giovane che frequentano i luoghi della “movida” pescarese e che ha già fatto registrare importanti risultati, nel corso degli assidui interventi presso le aree più sensibili del capoluogo (Area di risulta, Piazza Santa Caterina, Rancitelli, San Donato, Fontanelle e la zona della riviera)».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

  • Focolaio di contagi da Coronavirus in una rsa di Montesilvano: scatta l'inchiesta della procura

Torna su
IlPescara è in caricamento